Giornata Mondiale del Cuore

29 SETTEMBRE 2017

I TEMI AL CENTRO DELLA

GIORNATA MONDIALE DEL CUORE

La maggior parte dei fattori di rischio delle malattie cardiovascolari può essere controllata. Ecco alcuni suggerimenti per proteggere il tuo cuore:

  • FAI ATTIVITA’ FISICA 30 minuti di attività fisica al giorno possono aiutare a prevenire l’infarto e l’ictus. Cerca di rendere l’esercizio fisico una parte integrante della tua vita: usa le scale invece che l’ascensore, scendi dall’autobus alcune fermate prima e concludi il tuo percorso a piedi.
  • SMETTI DI FUMARE E PROTEGGITI DAL TABACCO Se smetti di fumare, il rischio di malattie cardiache coronariche sarà dimezzato entro un anno e tornerà ad un livello normale col tempo. Evitare ambienti pieni di fumo: l’esposizione al fumo di seconda mano aumenta significativamente il rischio di infarto.
  • MANGIA SANO Mangia molta frutta e verdura fresca, carne magra, pesce, piselli, fagioli, lenticchie e alimenti con un basso contenuto di grassi saturi. Presta attenzione ai cibi trattati, poiché spesso contengono alti livelli di sale. Cerca di evitare di bere alcool. Bevi tanta acqua!
  • MANTIENI UN PESO ADEGUATO Mantenere un peso adeguato e limitare l’assunzione di sale ti aiuterà a controllare la pressione sanguigna e ad abbassare il rischio di malattie cardiache e ictus. Un buon modo per valutare il peso corporeo è utilizzare il BMI (Body-Mass Index) che misura il grasso corporeo basandosi sull’altezza e sul peso. Per calcolare il tuo BMI, dividi il tuo peso (in chilogrammi) per la tua altezza al quadrato (in metri). Un adulto sano dovrebbe mantenere il suo BMI tra 18,5 e 24,9 kg / m2
  • CONOSCI I TUOI NUMERI Controlla regolarmente la pressione sanguigna, il colesterolo e il livello di glucosio. L’alta pressione sanguigna è il fattore di rischio numero uno per l’ictus e un fattore importante per circa la metà di tutte le malattie cardiache. Alti livelli di colesterolo e di glucosio nel sangue possono esporti ad un rischio maggiore.
  • RICONOSCI I SEGNI DI AVVERTIMENTO E’ importante riconoscere i segni di allerta di un attacco cardiaco: quanto prima si richiede assistenza, maggiori sono le possibilità di una ripresa completa. Impara a fare le manovre di rianimazione cardiopolmonare e ad usare il defibrillatore in modo da poter aiutare una persona in arresto cardiaco.